27 28 Luglio Traversata monte Rondinaio e monte Giovo e giro dei laghi Appennino Modenese

Escursione:

Il maestoso Monte Rondinaio si innalza tra le vette più elevate dell'Appennino Tosco-Emiliano, regalando un'altitudine imponente di 1964 metri. È indiscutibilmente il vertice più elevato nel comune di Pievepelago, soltanto superato dal Maestoso Monte Giovo (1997 metri s.l.m.). Simile al Monte Giovo e all'incantevole Alpe Tre Potenze, è attraversato dal celebre sentiero del crinale appenninico 00, fungendo da confine naturale tra la provincia di Modena e quella di Lucca. Questa maestosa montagna si trova nel suggestivo Parco del Frignano, caratterizzato da una serie di impressionanti strapiombi che, durante l'inverno, si trasformano in autentici terreni di gioco per gli appassionati di arrampicata. Guardando dall'alto, il Monte Rondinaio sovrasta con imponenza il Lago Baccio, il Lago Turchino e il Lago Torbido. Una nota distintiva è rappresentata dalla sua spettacolare divisione dal massiccio del Monte Giovo attraverso il suggestivo Passetto, accessibile solamente tramite sentieri impervi. Inoltre, il Passo del Giovo, conosciuto anche come Foce a Giovo, è un'importante via di collegamento con un'altitudine superiore a 1700 metri s.l.m., rappresentando il più elevato passo appenninico tosco-emiliano. Dalla vetta del Monte Rondinaio si può godere di un panorama senza pari: da un lato si estende la magnifica Garfagnana e le imponenti Alpi Apuane, mentre dall'altro si ammira la suggestiva Valle delle Tagliole con i suoi affascinanti borghi circostanti, come Ca' di Gallo, Ronchi e Rotari.

Il Monte Giovo

Incastonato tra i suggestivi comuni di Pievepelago, nel versante modenese, e Barga, nella pittoresca Valle del fiume Serchio, si erge maestoso il Monte Giovo. La sua imponente presenza sovrasta con audacia il Lago Santo, creando uno spettacolare strapiombo di circa 500 metri. Con un'altitudine di 1997 metri, questo vertice si erge tra le cime più elevate dell'Appennino tosco-emiliano, regalando una vista mozzafiato che, in giornate incredibilmente limpide, si estende persino oltre l'orizzonte. Dalla sua cima maestosa, il panorama si apre su un quadro incantevole: uno sguardo

Itinerario:

Questa escursione offre panorami mozzafiato e paesaggi che ricordano quelli alpini, rendendola un'esperienza unica per gli amanti del trekking.

L'itinerario inizia nella pittoresca località di Pievepelago, da dove si risale la suggestiva valle delle Tagliole fino all'incantevole Lago Santo, punto di partenza della camminata. Durante il periodo estivo, la stagione turistica in queste zone è molto fiorente, il che significa che i rifugi lungo il percorso possono essere affollati, offrendo comunque una tranquillità.

Dopo una salita senza difficoltà, si raggiungono i 1964 metri del monte Rondinaio, da dove inizia il tratto più interessante dell'escursione.

Dopo una discesa sul largo crestone erboso, si affronta un tratto articolato e quindi la risalita del monte Altaretto, con pendenze sostenute. Il punto più impegnativo dell'escursione è uno spigolo roccioso piuttosto verticale ed esposto, ma fortunatamente è attrezzato con un cavo di sicurezza. Superato questo passaggio, si prosegue lungo la bellissima e comoda cresta erbosa che conduce alla vetta del monte Giovo, culminante a 1991 metri di altitudine e caratterizzata da una grande croce.

Dalla cima del monte Giovo, si possono ammirare panorami mozzafiato, inclusi il Lago Santo e le montagne circostanti. È possibile scendere direttamente verso il Lago Santo lungo due sentieri, ma per godere appieno dell'esperienza, si consiglia di rimanere sulla cresta ancora per un po'. Si prosegue seguendo il sentiero 00 fino al successivo valico della Porticciola, da cui si scende in direzione Lago Santo attraverso un bellissimo bosco di Faggi. Rientrati al rifugio Vittoria ci attenderà una deliziosa cena e la solita calorosa accoglienza dell'amico Tex.Il giorno successivo faremo un giro rilassante che ci porterà a visitare i laghi dell'intera zona per poi concludere il nostro giro di fronte al lago Santo Modenese per l'ora di pranzo, dove sarete liberi di contiuare la giornata a vostro piacimento.

Gallery:

Info e contattiAltre escursioni
cross